Settore e-commerce in Italia: un’offerta ancora da migliorare

Settore e-commerce in Italia: un’offerta ancora da migliorare

Sono ancora poche le aziende che nel nostro Paese si interessano alle vendite online, perdendo grosse occasioni di profitto.

Il settore e-commerce è sempre più in crescita, e i dati più recenti lo dimostrano: il 15% del commercio internazionale di beni avviene tramite il web, e le previsioni mostrano che nel 2021 il numero totale di acquirenti online potrebbe salire a 2,14 miliardi. La pratica è in aumento inoltre non solo nell’ambito B2C, ma anche nel B2B.

In Italia, rispetto al 2018, si è registrato un +15% nel valore degli acquisti online, arrivando ad una cifra di 31,6 miliardi di euro (dati School of Management del Politecnico di Milano). Il fatturato totale, invece, si attesta a 41,5 miliardi di euro.

Tuttavia, a fronte di una domanda sempre più alta, in Italia solo il 10 % delle aziende ha aperto una propria rete di e-commerce. Con un’offerta così scarsa, il rischio concreto è quello che l’acquirente si sposti su siti esteri per poter trovare maggiori risposte alle proprie esigenze.

Quali sono le cause di questa reticenza? Alla base c’è una generale scarsa conoscenza delle soluzioni che permettono di far espandere il business aziendale, quali tecnologie, strategie di digital marketing, siti web professionali, eccetera.

Tutto questo, ovviamente, si traduce in una lunga serie di mancate opportunità, a cominciare dalla possibilità di aumentare il proprio fatturato.

Se sei curioso di affacciarti al settore dell’e-commerce e vorresti saperne di più, noi di A3 Soluzioni Informatiche siamo pronti a darti tutte le risposte. Contattaci!

scopri di più
contattaci

Potrebbe interessarti anche...